Attività sportive

Il movimento, parte integrante di ogni giornata!

Tante sono le attività “sportive” per cani che possono essere praticate ogni giorno utilizzando situazioni, ambienti, oggetti ed “ostacoli” dell’ambiente in cui viviamo.

Movimento

Cani e familiari possono trovare infinite occasioni di divertimento, di sfida e di allenamento.
In ambiente urbano: una panchina, un muretto, una griglia…
In ambiente naturale: alberi caduti, siepi, fossati, torrenti…
Tanti ostacoli per esercitare il movimento, mettersi alla prova, stimolare ed aumentare agilità, equilibrio consapevolezza.

Proposte di avvicinamento ad attività sportive non agonistiche.

La ricerca

Il fiuto è il senso più sviluppato nel cane, per raccogliere, discriminare e riconoscere informazioni.

La ricerca era, per il cane, un’attività istintiva utile alla sopravvivenza: cercare il cibo seguendo le tracce di una preda; cercare un possibile partner seguendone l’odore; cercare un luogo sicuro allontanandosi dall’odore di altri predatori…
E’ importante per i cani avere la possibilità di soddisfare il bisogno di ricerca.
L’ideale sarebbe dar loro la possibilità di correre nei boschi (… anche semplicemente lasciarli annusare liberamente in passeggiata!).

Contatto e rispetto

Ogni attimo della nostra vita è, o dovrebbe essere, dedicato al contatto con il mondo, con gli ambienti, con gli altri, nel rispetto dell’altro e delle diversità.

Molti cani amano fare qualcosa insieme ai loro compagni umani: le attività di branco sono sempre preferite. La ricerca di persone può essere per il cane una buona alternativa alla ricerca naturale: il cane corre nei boschi soddisfacendo la libertà della corsa; rintraccia un odore e lo segue fino a raggiungerne la fonte come fosse una preda; con l’abbaio soddisfa la sua fase consumatoria.

Il tutto compiuto in collaborazione con il compagno umano con il quale gioire del buon esito dell’attività come del mancato ritrovamento.

L’ attività svolta a stretto contatto con altre persone – i figuranti da cercare, trovare, segnalare e che premiano il lavoro svolto – può essere di grande aiuto per i cani un po’ timorosi, per imparare a fidarsi; giocando, divertendosi, raggiungendo un obiettivo tutti i cani trovano soddisfazione e rinforzano l’autostima.

L’orientamento

I cani utilizzano il naso anche per orientarsi.
Nei boschi come in città collaborare ad individuare il percorso migliore con bussola, cartina, osservazione e naso, consolida l’intesa uomo-cane!

Sono tutte attività che allenano anche la memoria, la capacità di scegliere, di decidere e di fare insieme.

La dimensione ludica

Il movimento, una volta strettamente correlato alle attività di sopravvivenza (la corsa, il salto, il lancio, la lotta, abilità necessarie alla caccia ed alla guerra) è divenuto oggi un’attività “secondaria”.
Le priorità della vita hanno cambiato forma, anche se non la sostanza.
I ritmi di vita e le attività connesse alla sopravvivenza sono cambiati e spesso ci troviamo a dover “ritagliare” momenti dedicati al movimento, al gioco, al nostro benessere psico-fisico.

Anche il cane, che si è dovuto adeguare al nostro stile di vita e ai nostri ritmi, ha perso quasi completamente la possibilità di vivere naturalmente la dimensione ludica.

Lo sport è essenzialmente gioco, fare attività sportiva con il cane vuol dire giocare insieme.
Perchè il gioco sia tale occorre giocare senza che un giocatore debba essere “condizionato” a giocare come vuole l’altro in cambio della promessa di un premio.

Lo sport a servizio del cane

Così intendiamo l’attività sportiva che proponiamo: il cane non è “servitore” della disciplina e del conduttore umano che la vuole praticare.
E’ lo sport che serve al cane perchè abbia la possibilità di esprimere il suo potenziale ed appagare i bisogni di movimento, di divertimento, di allenamento fisico, mentale ed emozionale.

Condivisione

Insieme, il cane e l’umano, condividono impegno e divertimento.

Perchè l’obiettivo sia raggiunto nel migliore dei modi è necessario che alla base ci siano sintonia, complicità e soprattutto comprensione e fiducia.

Non basta l’allenamento fisico, occorre sviluppare conoscenza e fiducia reciproche, comunicazione efficace, e soprattutto la capacità di divertirsi insieme.
Primo vero obiettivo di una sana attività sportiva è l’accettazione delle eventuali “sconfitte” come parte del gioco, accogliendole sempre quali opportunità per conoscersi meglio.

Le nostre attività sportive sono strettamente legate a tutte le altre attività che proponiamo perchè il divertimento è conseguente al benessere.

Quando amore e abilità lavorano insieme aspettati un capolavoro” John Ruskin

Richiedi informazioni: contattaci